Webinar registrato: PROTAC - Sviluppo di nuove terapie mediante degradazione proteica mirata

Logo live CDD Webinar registrato

PROTAC - Sviluppo di nuove terapie attraverso la degradazione proteica mirata

Registrato dal vivo marzo 11, 2020

Registrazione webinar PROTAC

Riepilogo webinar

Le condotte tradizionali per la scoperta di farmaci si sono concentrate sull'inibizione dell'azione proteica per riequilibrare uno stato di malattia. Questa attenzione all'inibizione delle proteine ​​ha limitato la scoperta di farmaci potenzialmente basata sulla capacità delle proteine ​​di essere mirate e su quali siti possono condurre all'inibizione dell'attività.

Chimol PROTEolysis TArgeting (PROTAC) offrono una nuova strada per colpire gli stati patologici e ampliare quali malattie sono drogabili. I PROTAC sfruttano il meccanismo naturale della cellula per degradare le proteine ​​invece di inibire semplicemente la loro attività. I ricercatori stanno usando i PROTAC per guardare oltre i siti attivi delle proteine ​​ed espandere il loro kit di strumenti per drogare le malattie.

Unisciti a CDD e al nostro gruppo di esperti mentre osserviamo la promessa dei PROTAC proprio mentre i primi PROTAC stanno attraversando studi clinici!

Con questi importanti scienziati ...

Ritratto di Stewart Fisher

Stewart Fisher, Ph.D.

CSO, C4 Therapeutics

Dr. Fisher è Chief Scientific Officer presso C4 Therapeutics, una nuova società di biotecnologie focalizzata sul reclutamento selettivo di obiettivi per ligasi E3 per l'ubiquitinazione e il degrado, dove è responsabile della consegna strategica del portafoglio di progetti e della gestione della collaborazione. Prima di entrare a far parte di C4, il Dott. Fisher è stato direttore di enzimologia e biochimica quantitativa nel Centro per lo sviluppo della terapia al Broad Institute. Prima di allora, ha trascorso 15 anni a AstraZeneca nell'Unità di medicina innovativa per le malattie infettive, dove ha guidato numerosi programmi antibatterici che sono progrediti attraverso gli studi clinici di fase I ed è stato direttore esecutivo di Biological Sciences. Fisher ha conseguito la laurea in chimica all'università del Vermont e il dottorato. in Chimica alla Caltech ed è stato membro post-dottorato presso l'Istituto Nazionale di Medicina presso la Harvard Medical School.

Ritratto di Eric Fischer

Eric Fischer, Ph.D.

Assistente alla Harvard Medical School

Dr. Fischer è un assistente professore nel Dipartimento di Chimica Biologica e Farmacologia Molecolare alla Harvard Medical School e al Dana-Farber Cancer Institute. Co-dirige il Centro DFCI per la degradazione delle proteine. La sua ricerca si concentra sulla comprensione dei complessi meccanismi che sono alla base della funzione e della regolazione delle ligasi ubiquitiniche multicomponente e del loro ruolo nelle malattie. Il suo laboratorio persegue nuove strade di intervento terapeutico basate sul targeting di componenti del sistema di proteasoma dell'ubiquitina, come i metodi di degradazione proteica mirata. Il dottor Fischer è stato riconosciuto per il suo lavoro pionieristico sulla struttura del cereblon, il meccanismo d'azione della talidomide e il suo contributo alla degradazione proteica mirata.

Ritratto di Nathanael Grey

Nathanael Grey, Ph.D.

Professore, Harvard Medical School

Dr. Gray è il Nancy-Lurie Marks Professor di chimica biologica e farmacologia molecolare presso la Harvard Medical School e il Dana Farber Cancer Institute. Nathanael dirige il programma Dana Farber in biologia chimica e gestisce un laboratorio di ricerca. In precedenza, Nathanael era il direttore della chimica biologica presso il Istituto di genomica di Novartis (GNF) a San Diego, dove ha supervisionato un gruppo di oltre cinquanta ricercatori che hanno integrato approcci chimici, biologici e farmacologici allo sviluppo di nuovi farmaci sperimentali tra cui ceritinib, siponimod e ABL001. Il dott. Gray ha conseguito il dottorato di ricerca in chimica organica dal professor Peter Schultz presso l'Università della California a Berkeley nel 1999 dopo aver conseguito la laurea con il massimo dei voti alla stessa istituzione nel 1995.