Prossimo webinar sui CDD: focalizzare le piattaforme globali e la nuova tecnologia sulle sfide immediate della salute

CDD Vault Logo del webinar

Prossimo webinar sui CDD: focalizzare le piattaforme globali e la nuova tecnologia sulle sfide immediate della salute

11 giugno 2020 • 9:00 AM (PT), 12:00 PM (ET), 16:00 (GMT)

Oggi più che mai, innovazione e tecnologia sono necessarie per affrontare le numerose sfide sanitarie che il mondo sta affrontando. Unisciti a noi in una conversazione speciale con i professori di panel Chas Bountra (Pro Vice-Chancellor Innovation, Università di Oxford) e Monica Coenraads (Direttore esecutivo e co-fondatore, Rett Syndrome Research Trust) e conoscere casi di successo di innovazione medica da parte di coloro che la conoscono in prima persona.

Il professor Bountra ha lavorato allo sviluppo di farmaci candidati per diverse malattie, tra cui nuovi trattamenti per la chemioterapia per il cancro e la sindrome dell'intestino irritabile. Attualmente sta lavorando con nove aziende farmaceutiche, otto fondazioni di malattie e oltre 100 laboratori accademici per sviluppare nuovi farmaci per una serie di malattie comuni e rare da "Innovare su scala".

Il coinvolgimento di Monica Coenraads nella Sindrome di Rett è iniziato il giorno in cui a sua figlia di due anni è stato diagnosticato il disturbo. Sotto la sua guida, finita 78 milioni di $ è stato sollevato per la Sindrome di Rett, che ha finanziato la ricerca di base per comprendere la funzione del gene MECP2, identificazione di biomarcatori di malattie nel sangue e nel fluido spinale e terapia genica per sostituire le mutazioni con copie sane di MECP2, incluso uno studio clinico con Novartis.

Questo webinar speciale è moderato da Ashley Farley (Associate Officer Knowledge & Research Services, BMGF), che ha moderato il nostro precedente webinar su Open Access con i leader di PubChem e ChEMBL.

Non vorrai perderti questa conversazione - registrati ora per il webinar dell'11 giugno!

Con questi innovatori leader ...

Chas Bountra

Chas Bountra, Ph.D.

Professore, Università di Oxford

Chas Bountra è Pro Vice-Cancelliere Innovation e Professore di medicina traslazionale all'università di Oxford. In precedenza, è stato vicepresidente e capo della biologia presso GlaxoSmithKline ed è stato coinvolto nell'identificazione di oltre 40 candidati clinici per molte malattie gastrointestinali, infiammatorie e neuro-psichiatriche. È stato coinvolto nel lancio e nello sviluppo del primo trattamento per Sindrome dell'intestino irritabile (Alosetron) ed è stato il primo a dimostrare che gli antagonisti della neurocinina NK1 sono antiemetici negli studi preclinici e clinici. Nel 2012 è stato votato come uno dei "migliori innovatori del settore".

Monica Coenraads

Monica Coenraads

Direttore esecutivo, Trust per la ricerca sulla sindrome di Rett

Monica Coenraads ha co-fondato il Fiducia della ricerca sulla sindrome di Rett nel 2008. Come direttore esecutivo supervisiona tutti gli aspetti dell'organizzazione, comprese le operazioni quotidiane, la direzione strategica, la raccolta di fondi e le comunicazioni. Insieme ai suoi colleghi e con il contributo dei consulenti e della comunità scientifica in generale, Monica imposta ed esegue l'agenda di ricerca del Trust. Monica ha due lauree honoris causa, una della Scuola medica dell'Università del Massachusetts ricevuto nel 2015 e uno dal Università di Edimburgo ricevuto nel 2019.

Ashley Farley

Ashley Farley

Ufficiale associato, Bill & Melinda Gates Foundation

Ashley Farley è un funzionario associato di servizi di conoscenza e ricerca presso l ' Bill & Melinda Gates Foundation. In questa veste, serve al centro Open Access team, concentrandosi sull'implementazione della Open Access Policy della fondazione. Ciò include lo sviluppo di Chronos, un servizio di nuova creazione per i suoi beneficiari e il personale, oltre a guidare l'implementazione di Gates Open Research, una piattaforma di pubblicazione rivoluzionaria ospitata da F1000. Questo lavoro ha suscitato la passione per la promozione dell'accesso aperto, credendo che la conoscenza liberamente accessibile abbia il potere di migliorare e salvare vite.